Blog
Vita

Elisabeth Kübler-Ross – Le persone più belle ..

0

Le persone più belle che abbiamo conosciuto sono quelle che hanno conosciuto la sconfitta, la sofferenza, lo sforzo, la perdita e hanno trovato la loro via per uscire dal buio.
Queste persone hanno una stima, una sensibilità, e una comprensione della vita che le riempie di compassione, gentilezza e un interesse di profondo amore.
Le persone belle non capitano semplicemente; si sono formate.

Continua a leggere…

Sergio Bambarén – Oggi so che la mia vita è ..

0

Oggi so che la mia vita è movimento, continuo divenire.
Non c’è nulla di costante, a parte il cambiamento.
Tuttavia, in fondo al cuore non abbiamo ancora accettato questa verità: pretendiamo che le cose siano come noi le vogliamo.
Pensiamo che le relazioni durino in eterno, che la morte sia ingiusta, così come le tragedie improvvise.
Benché riusciamo a concepire il cambiamento a livello intellettuale, non siamo in grado di comprenderlo veramente.
Se arrivassimo a capirlo, ad accettarlo e ad abbracciarlo, non avremmo motivo di essere infelici…
La vita non è né giusta né sbagliata.
La vita è in movimento.
Liberandoci di ogni aspettativa, saremo in grado di vedere la bellezza delle sue continue variazioni e impareremo a lasciarci trasportare da esse.
Comprenderemo.
Conosceremo la Felicità…”

Continua a leggere…

Stefano Benni – Le cose muoiono

0

Le cose muoiono: questa è la prima cosa che non puoi cancellare, una volta che l’hai davvero scoperta.
Le cose guariscono, le cose ricominciano, le cose tornano.
Questa è una cosa bella da tenere in testa, ma non la puoi avere sempre, la speranza fa il gioco del sole nel bosco, sparisce, riappare un attimo, poi di nuovo è ombra e oscuro.

Continua a leggere…

Carlo Troilo – Il testamento biologico e l’eutanasia

0

Il testamento biologico e l’eutanasia sono due temi del tutto diversi. [..]
L’eutanasia è la morte provocata da un’azione deliberatamente diretta a porre termine alla vita di una persona su sua richiesta, una azione oggi vietata dal nostro codice penale.
Il testamento biologico (che sarebbe più corretto chiamare Dichiarazione Anticipata di Trattamento – DAT) è semplicemente l’estensione del diritto a rifiutare le cure mediche già presente nel nostro ordinamento, e questo diritto al rifiuto comprende anche (come hanno stabilito diverse sentenze) le cure salvavita dalla cui interruzione può conseguire il sacrifico del bene della vita.
Affermare che il testamento biologico è l’apripista per la legalizzazione dell’eutanasia è falso.
[..]Ricorro a una definizione di Demetrio Neri, uno dei maggiori esperti di bioetica, per introdurre l’argomento.
«Si usa l’espressione “testamento biologico” (forse non tecnicamente perfetta, ma ormai invalsa nel linguaggio comune) per indicare tutti quei documenti grazie ai quali una persona consapevole lascia indicazioni circa i trattamenti ai quali desidera o non ...

Continua a leggere…

Diego De Silva – Mi sa che è questo il mio limite

0

Mi sa che è questo il mio limite: mi mancano le conclusioni, nel senso che ho l’impressione che niente finisca mai veramente.
Lo vorrei, vorrei davvero che i dispiaceri scaduti, le persone sbagliate, le risposte che non ho dato, i debiti contratti senza bisogno, le piccole meschinità che mi hanno avvelenato il fegato, tutte le cose a cui ancora penso, le storie d’amore soprattutto, sparissero dalla mia testa e non si facessero più vedere, ma sono pieno di strascichi, di fantasmi disoccupati che vengono spesso a trovarmi.
Colpa della memoria, che congela e scongela in automatico rallentando la digestione della vita e ti fa sentire solissimo nei momenti più impensati.

Continua a leggere…

Anton Vanglit – A volte si arriva a credere ..

0

A volte si arriva a credere che il mondo tutto sia un’aggregazione di gente banale, noiosa, superficiale, poco interessante… e ci si chiede
“Io che c’entro in tutto questo?
Perchè il dolore del mondo me lo sento scorrere nelle vene mentre alla stragrande maggioranza delle persone scivola addosso come fosse invisibile?”,
poi succede: s’incontrano le eccezioni, ci s’incrocia con qualcuno che la pensa come noi e si apre davanti ai nostri occhi un orizzonte nuovo, ci si sente meno alieni, e meno soli… ci si rimbocca allora le maniche e si prova, per quanto piccola possa essere l’opera di un solo uomo, a cambiare il mondo.

Continua a leggere…

Pagina 3 di 13012345...Ultima »