Blog
Vita

Seneca – Ma è ben miserabile …

0

Ma è ben miserabile l’anima ansiosa per il futuro, sventurata prima della sventura angosciata dal timore di non poter conservare fino all’ultimo le cose che ama.
Ella non avrà mai pace e l’attesa del futuro le toglierà anche il godimento del presente.
E, invero, il dolore per i beni perduti o il timore di perderli sono sentimenti equivalenti.
Ma non devi credere che io ti consigli l’indifferenza.
Evita pure i mali più temibili.
Provvedi con saggezza a tutto ciò a cui si può provvedere; qualunque sia il pericolo che ti minaccia, cerca di prevederlo e di sventarlo prima che ti colpisca.

Lettera 98

Continua a leggere…

Sergio Bambarén – È questa la chiave ..

0

È questa la chiave di tutto: rendersi conto di essere vivi.
Ricordarsi che non è mai troppo tardi per voltarsi a guardare il sole.
Ancora una volta.

 

Continua a leggere…

Massimo Bisotti – E così ogni tanto mi chiedo ..

0

E così ogni tanto mi chiedo chi di noi non abbia una persona indimenticabile incastrata fra i respiri?
Una persona che non ha saputo difendere, che non ha potuto scegliere per tutti quei rocamboleschi giri che fa la vita.
Come bambini dell’asilo, con la cartella in mano ad aspettare qualcuno che ci venga a prendere ci ritroviamo in un battibaleno adulti, più o meno ancora sognatori, all’angolo di una strada, ad ascoltare immobili una canzone tanto amata in lontananza, a volte raggiunti da una piacevole sorpresa, altre posati in disparte come un oggetto dimenticato al bar.
Se fermi il tuo respiro muori, se respiri si muove il ricordo.
Noi, tutti piccoli grandi illusi, distruttori di pensieri.
Più proviamo a scacciare qualcosa, più torna prepotente.

Continua a leggere…

Sylvia Plath – Quello che mi spaventa di più

0

Quello che mi spaventa di più, credo, è la morte dell’immaginazione.
Quando il cielo là fuori è semplicemente rosa e i tetti semplicemente neri: quella mente fotografica che paradossalmente dice la verità, ma una verità senza valore, sul mondo.
È questo spirito sintetizzante che io desidero, questa forza ‘plasmante’ che germoglia prolifica e crea mondi suoi con più estro e fantasia di Dio.
Se sto seduta ferma e non faccio niente, il mondo continua a battere come un tamburo lento, senza senso.
Dobbiamo muoverci, lavorare, fare sogni da realizzare; la vita senza sogni è troppo orribile da immaginare.

Continua a leggere…

Giulia Carcasi – Il mondo è strano ..

0

Il mondo è strano: si allarga, si ristringe e poi si riallarga e tu non puoi mai essere sicuro di riuscire a starci bene dentro.
Ma quando riesci a stare dentro, devi rubare tutta la vita che puoi.
E metterne un po’ da parte, che magari, un giorno, quando avrai bisogno di ricordi, ti servirà quella manciata di vita e ti farà piacere ritrovarti un po’ di sabbia nei capelli.
E ti metterai li ad accarezzare il tuo cuore e a lasciarlo parlare.

Continua a leggere…

Vincenzo Costantino – Sono nato come tutti ..

0

Sono nato come tutti con l’idea che la mia vita sarebbe stata un percorso difficile, un lavoro di costruzione e modellamento.
Sono nato in una città che si nutre di solitudini e disperazione: Milano.
Cercare di capire come si diventa grandi a Milano è come cercare di capire come si diventa biondi a Copenhagen.
Non esistono ragioni, lo si diventa.
È come vivere a Maranello con in testa l’idea della velocità, solo che la pista non ti regala albe o tramonti da ricordare ma solo giornate da trascorrere.
I profumi sono anonimi, come le facce e le facce sono incredibilmente fiere perché guardano l’Italia dall’alto.
Allora come dovrebbero essere a Bolzano anche se è vero che lì guardano la Germania dal basso.

Continua a leggere…

Pagina 1 di 13212345...Ultima »