Blog
.Ironia/Sarcasmo

Aurora Stella – Mi stiracchio pigramente

0

Mi stiracchio pigramente e vado a strofinare il muso contro quello del ragazzo con il quale ho condiviso il pasto e il pezzo di prato.
”Stupido turista” penso tra me.
Quel bietolone di un umano si è addormentato come un salame e adesso l’ombra degli alberi non lo proteggerà più.
“ Lo faccio solo perché mi hai dato da mangiare” continuo nei miei pensieri chiamandolo con le fusa. Sbadigliando il ragazzo finalmente si sveglia “Era ora cacchio!” penso “ Te se potevano rubà tutto intero e manco te ne accorgevi”continuo fissandolo.
Dopo essersi ripreso, si mette a sedere e accarezza l’erba verde di villa Borghese cercando di fare mente locale su dove sia. “Non ce stai a capì ancora niente eh? Te credo! Magna n’antro pochetto e schioppi!” gli dico, continuando a lisciarmi sulla sua gamba.
Sono un nobile randagio romano, dal pelo grigio striato e un occhio cieco, veterano di mille battaglie, e se continuo a strofinarmi sulla sua ...

Continua a leggere…

David Trueba – È curioso, la gente

0

È curioso, la gente è capace di cambiarsi le tette, il naso, le labbra, ma nessuno penserebbe mai di cambiarsi il cervello.
Quasi tutti potrebbero migliorarlo, e invece il cervello continua a tenerci nell’inganno, facendoci credere che non possiamo averne uno migliore.
È un organo sopravvalutato, senza ombra di dubbio

Continua a leggere…

Niccolò Ammaniti – A Roma il momento

0

A Roma il momento migliore per incontrare le persone che si frequentano poco è agosto.
C’è un sentimento di solidale disperazione un po’ scazzata, che circola nelle strade svuotate e negli appartamenti arroventati e unisce chi resta a presidiare l’inferno capitolino.
Durante le ore del giorno che passano svogliate, te ne stai tappato in casa e appena il sole cala e l’aria si raffredda ti viene una voglia irresistibile di uscire, di incontrare qualche sopravvissuto, magari con un Margarita gelato in mano. In quel deserto di anime chiunque va bene, un ex compagno di classe che non vedi da vent’anni, un amico di un amico che salutavi appena, il tuo dentista che hai sempre detestato e ora trovi improvvisamente spiritosissimo.
L’agosto romano assomiglia alla giovinezza, lasci andare le briglie e attendi che le cose avvengano un po’ a caso.

Continua a leggere…

Lella Costa – Allora prima o poi ..

0

Allora prima o poi le coincidenze avvengono e sono straordinarie.
Non solo: alcune sono delle autentiche prove d’Amore, nel senso che quando si manifestano, allora si tratta di Amore Vero.
Esempio: provate a guardare l’orologio insieme al vostro partner.
Se è verò amore, beccate sempre o le 5 e 55, o le 3 e 33, o le 14 e 14, o le 21 e 21,o le 8 e 88…le 8 e 88 è effettivamente più raro,ma se vi capita è davvero un amore che entrerà nella storia.

Continua a leggere…

Daniel Pennac – Il verbo leggere

0

Il verbo leggere non sopporta l’imperativo.
Avversione che condivide con alcuni altri verbi: il verbo “amare”… il verbo “sognare”…
Naturalmente si può sempre provare.
Dai, forza: “Amami!” “Sogna!” “Leggi!” “Leggi! Ma insomma, leggi diamine, ti ordino di leggere!” “Sali in camera tua e leggi!”
Risultato? Niente.

Continua a leggere…

Charles Bukowski – Tutto è barba

0

“Tutto è barba. Non c’è soluzione. Sai cosa si facevano tatuare sul braccio i barboni, un tempo?
NATO PER MORIRE. Potrà sembrare una melensaggine ma era indice di grande saggezza”.
“Cosa credi che si facciano tatuare adesso?”
“Non lo so. Forse qualcosa come GESÙ SI FA LA BARBA.”
“Non riusciamo a fare a meno di dio, vero?”
“Forse è Lui che non riesce a fare a meno di noi”.

Continua a leggere…

Pagina 1 di 5912345...Ultima »