Blog
.Il senso della vita

Osho – Il vuoto tra le mani

0

Vai col vuoto tra le mani, poiché questo è tutto.
Questo è il mio dono.
Se riesci a portare il vuoto tra le tue mani, allora ogni cosa diventa possibile.
Non portarti dietro i tuoi pensieri, la tua conoscenza, non portarti dietro niente di ciò che riempie il secchio, e che non è altro che acqua, perché altrimenti guarderai sempre e solo il riflesso, e nient’altro.
Nella ricchezza, nei beni materiali, nella casa, nell’automobile, nel prestigio, tu non vedrai che il riflesso della luna piena nell’acqua del secchio, mentre la luna vera è lì, in alto, che ti aspetta da sempre.
Lascia cadere il secchio, così che l’acqua sfugga via, e con essa la luna.
Solo questo ti permetterà di alzare lo sguardo e vedere la vera luna nel cielo, ma prima devi avere conosciuto il sapore del vuoto, devi lasciar cadere il secchio della tua mente, dei tuoi pensieri: non più acqua, né luna.

Continua a leggere…

Louise L.Hay – 12 punti per amare se stessi

0

1 – Smetti ogni tipo di critica.
La critica non cambia mai niente. Rifiuta di criticare te stesso. Accetta te stesso esattamente così come sei. Tutti cambiano. Quando critichi te stesso, i tuoi cambiamenti sono negativi. Quando approvi te stesso, i tuoi cambiamenti sono positivi.

2 – Perdona te stesso.
Lascia andare il passato. Hai fatto del tuo meglio con la comprensione, la consapevolezza e la conoscenza che avevi in quel momento. Ora stai crescendo e cambiando e vivrai la vita in modo diverso.

3 – Smetti di spaventare te stesso.
Smetti di terrorizzarti con i tuoi pensieri. È un modo terribile di vivere. Trova un’immagine mentale che ti dà piacere e modifica subito quei pensieri spaventosi in pensieri piacevoli.

4 – Sii gentile e paziente.
Sii gentile con te stesso. Sii buono con te stesso. Sii paziente con te stesso mentre impari i nuovi modi di pensare. Trattati come tratteresti qualcuno che ami davvero.

5 – Sii cortese con ...

Continua a leggere…

Sergio Bambarén – In breve e ..

0

In breve e senza accorgersene si era rinchiuso in una gabbia dorata dove aveva tutto ciò che desiderava, finché sottostava alle regole.
Incontrò esseri umani così poveri che tutto ciò che possedevano era denaro.
Un giorno, guardando indietro, si sarebbe reso conto di avere commesso un grande errore: credere che la felicità si potesse comprare.
Ma prima di capirlo, visse morendo a poco a poco, accecato dal luccichio della sua gabbia dorata.
Molti lo ammiravano per quello che aveva, piuttosto che per chi era, mentre la sabbia del tempo scorreva via.

Continua a leggere…

Henry David Thoreau – Andai nei boschi …

0

«Andai nei boschi perché desideravo vivere con giudizio, affrontare soltanto gli aspetti essenziali della vita e vedere se sarei stato capace di apprendere ciò che essa aveva da insegnarmi, così da non ritrovarmi, nel giorno della mia morte, a scoprire di non aver vissuto.»
«La mia maggiore abilità è sempre stata aver bisogno di poco.»

Continua a leggere…

Svetlana Aleksievič – Una volta Dostoevski ..

0

Una volta Dostoevskij si pose questo interrogativo: “
Come potremo mai giustificare il mondo, la nostra felicità e l’armonia eterna se in loro nome, nel nome della solidità dei fondamenti sui quali riposano, si dovrà versare sia pure una sola lacrima di bambino?”
E si rispose:
“Nessun progresso, nessuna rivoluzione, nessuna guerra potrà mai valere anche quella sola lacrima. Essa peserà per sempre.”
Quella sola piccola lacrima…

Continua a leggere…

Giorgio Gaber – La democrazia

0

Dopo anni di riflessione sulle molteplici possibilità che ha uno Stato di organizzarsi, sono arrivato alla conclusione che la democrazia è il sistema, più democratico che ci sia.
Dunque c’è, la democrazia, la dittatura, e basta.
Solo due.
Credevo di più.
La dittatura in Italia c’è stata, e chi l’ha vista sa cos’è, gli altri si devono accontentare di aver visto solo la democrazia.
Io da quando mi ricordo, sono sempre stato democratico, non per scelta, per nascita.
Come uno che appena nasce è cattolico apostolico romano.
Cattolico pazienza, apostolico non so cosa vuol dire, ma anche romano…
Comunque diciamo, come si fa oggi, a non essere democratici?
Sul vocabolario c’è scritto che democrazia, è parola che deriva dal greco, e significa “potere al popolo”.
L’espressione è poetica e suggestiva.
Ma in che senso potere al popolo? Come si fa?
Questo sul vocabolario non c’è scritto.
Però si sa che dal 1945, dopo il famoso ventennio, il popolo italiano ha ...

Continua a leggere…

Pagina 1 di 56312345...Ultima »