Blog
Gatto

Aurora Stella – Mi stiracchio pigramente

0

Mi stiracchio pigramente e vado a strofinare il muso contro quello del ragazzo con il quale ho condiviso il pasto e il pezzo di prato.
”Stupido turista” penso tra me.
Quel bietolone di un umano si è addormentato come un salame e adesso l’ombra degli alberi non lo proteggerà più.
“ Lo faccio solo perché mi hai dato da mangiare” continuo nei miei pensieri chiamandolo con le fusa. Sbadigliando il ragazzo finalmente si sveglia “Era ora cacchio!” penso “ Te se potevano rubà tutto intero e manco te ne accorgevi”continuo fissandolo.
Dopo essersi ripreso, si mette a sedere e accarezza l’erba verde di villa Borghese cercando di fare mente locale su dove sia. “Non ce stai a capì ancora niente eh? Te credo! Magna n’antro pochetto e schioppi!” gli dico, continuando a lisciarmi sulla sua gamba.
Sono un nobile randagio romano, dal pelo grigio striato e un occhio cieco, veterano di mille battaglie, e se continuo a strofinarmi sulla sua ...

Continua a leggere…

Cirinna – Garrone – Dello straordinario rapporto

0

Dello straordinario rapporto tra il re più saggio dell’antichità, Salomone, e il suo amico gatto sappiamo tutto da un racconto medievale, redatto da mano ignota intorno all’anno Mille.
La storia si intitola Salomone e Marcolfo, ed è il racconto di un serrato dibattito tra il re pieno di sapienza e di gloria e un contadino sgraziato (dicono che avesse una fronte rossa e rugosa oltre a una grande testa) ma ricco di astuzia e molto, molto eloquente.
L’argomento della disputa era estremamente complesso: è più forte l’istinto, la natura o la cultura? […]

“Re Salomone prese posto a tavola attorniato dai suoi familiari e cortigiani.
Marcolfo si sedette con loro e nascose tre topi nella manica della sua tunica.
In effetti, alla corte del re vi era un gatto vestito che, ogni sera, durante la cena regale, doveva reggere una candela davanti a tutti, restando in piedi su due zampe e tenendo nelle altre due una lampada.
Poco prima della ...

Continua a leggere…

Cirinna – Garrone – Si narra che …

0

Si narra – chissà se sia leggenda o verità – che nel 525 a.C. il re persiano Cambise decise di conquistare la città di Pelusio, oggi Porto Said.
La cittadina era difesa dagli egiziani e allora Cambise ordinò che ognuno dei suoi soldati portasse sullo scudo un gatto.
Gli Egizi, par paura di ferire gli animali che tanto amavano, si arresero senza lottare.

Continua a leggere…

Jean Cocteau – Amo i gatti

0

 

Amo i gatti perché amo la mia casa.
Ed a poco a poco essi ne diventano l’anima invisibile.

Continua a leggere…

Ernest Hemingway – Ai gatti riesce ..

0

Ai gatti riesce senza fatica ciò che resta negato all’uomo:
attraversare la vita senza fare rumore.

Continua a leggere…

Jerome Klapka Jerome – I gatti sono..

0

I gatti sono animali verso cui ho il massimo rispetto.
I gatti e i non conformisti mi sembrano davvero i soli esseri in questo mondo che abbiano una coscienza pratica e attiva.

Continua a leggere…

Pagina 1 di 712345...Ultima »