Blog
Figli

Roberto Cotroneo – Chiedimi chi erano i Beatles

0

Così, Andrea, la musica è questo.
La musica è una vita che rimane addosso, una vita autentica che non sa cancellarsi con nulla, e che è l’origine di ogni cosa, la forza primigenia, come quella che fa esplodere l’universo nel Big Bang.
In quell’origine, Andrea, c’è l’origine di ogni cosa.
Ed è per questo che la musica sprigiona gli spiriti nelle popolazioni primitive, accompagna i riti religiosi, coinvolge in suo nome migliaia di persone, e nessuno è in grado di farne a meno, anche l’uomo meno alfabetizzato, anche chi non ha mai avuto alcuna sensibilità, avrà in tasca poche note, un motivetto, una ninna nanna mal cantata, che non potrà dimenticare mai, per nessun motivo.

Continua a leggere…

George Jung – Ciao, papà…

0

Ciao, papà…
sai, mi ricordo una vita fa .. quando ero poco più alto di un metro, pesavo al massimo 30 chili, ma ero ancora tuo figlio.
Quei sabati mattina che andavo a lavorare col mio papà e salivo su quel grande camion verde.
Mi sembrava che quello fosse il camion più grande dell’universo, papà.
Mi ricordo quant’era importante il lavoro che facevamo..e che, se non era per noi, la gente sarebbe morta di freddo.
Per me tu eri l’uomo più forte del mondo, papà.
Ti ricordi quei filmini quando mamma si vestiva come Loretta Young? E i gelati, le partite di football, Wayne e Tonno? Il giorno che partii per la California per poi tornare a casa con l’FBI che mi dava la caccia, e quell’agente dell’FBI che dovette mettersi in ginocchio per mettermi le scarpe, e tu dicesti “Quello è il tuo posto figlio di puttana: ad allacciare le scarpe a George”.
Quella si che fu bella…
Fu ...

Continua a leggere…

Mary Schmich – Usa la crema solare

0

Se potessi offrirti un solo suggerimento per il futuro, sarebbe di usare la crema solare.
I benefici a lungo termine della crema solare sono stati accertati dagli scienziati, mentre il resto dei miei consigli non hanno altro fondamento affidabile che la mia tortuosa esperienza.
Ti darò questi consigli adesso.
Goditi potere e bellezza della tua gioventù.
Non ci pensare! Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite.
Ma credimi, tra vent’anni guarderai quelle tue vecchie foto, e in un modo che non puoi immaginare adesso.
Quante possibilità avevi di fronte e che aspetto magnifico avevi! Non eri per niente grassa come ti sembrava.
Non preoccuparti del futuro.
Oppure preoccupati, ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un chewing-gum per risolvere un’equazione algebrica.
I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non ti erano mai passate per la mente.
Di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio.
Fa’ una ...

Continua a leggere…

John Steinbeck al figlio Thom

0

Caro Thom,

Abbiamo ricevuto la tua lettera stamattina. Risponderò dal mio punto di vista e, ovviamente, Elaine dal suo.

Primo, se sei innamorato, è una cosa bella, forse la migliore che possa capitarti. Non permettere che nessuno la sminuisca o la renda meno importante.

Secondo, ci sono molti tipi di amore. C’è quello egoistico, meschino, avaro, che usa l’amore per l’auto affermazione. È il tipo terribile e paralizzante.
L’altro tipo è la manifestazione di tutto quanto di buono c’è in te: la gentilezza, la considerazione, il rispetto, non solo il rispetto sociale delle buone maniere, ma il rispetto in senso più alto, cioè il riconoscimento dell’altro come unico e prezioso.
L’amore del primo tipo ti può rendere malato, piccolo e debole, ma quello del secondo tipo ti può dare una forza, un coraggio, una bontà e persino una saggezza che neanche sapevi di avere.

Dici che non è un’infatuazione da ragazzi. Se provi questo sentimento così profondamente, di sicuro non ...

Continua a leggere…

Jaye Watson – Salutare mia figlia

0

La settimana scorsa, i miei figli sono ritornati a scuola.
C’è stato un momento di cui non si è accorto nessuno, tranne me.
Alla fermata, gli altri bambini stavano salendo sull’autobus, muovendosi di corsa lungo il corridoio per trovare un posto.
Mio figlio e mia figlia sono stati gli ultimi due ad andare verso l’entrata.
“Ehi”, ha urlato mio marito, con il suo iPhone pronto a scattare un’ultima foto.
Loro si sono voltati e sulla faccia di mia figlia ho visto stampato quello che definisco “il sorriso della paura”.
Nella foto si vede chiaramente che non guarda dritto in camera, ma fissa me.
Dopo lo scatto, si è voltata di nuovo ed è andata via.
Gli altri genitori si sono allontanati ed io e mio marito ci siamo diretti verso casa.
Volevo solo urlare, gettarmi a terra e piangere istericamente.
Invece, ho continuato a camminare in silenzio.
Non avrei mai potuto dire a mio marito (che già mi trova leggermente ...

Continua a leggere…

Manfredi Borsellino – Grazie caro papà

0

“Grazie caro papà”
Il primo pomeriggio di quel 23 maggio studiavo a casa dei miei genitori, preparavo l’esame di diritto commerciale, ero esattamente allo “zenit” del mio percorso universitario.
Mio padre era andato, da solo e a piedi, eludendo come solo lui sapeva fare i ragazzi della scorta, dal barbiere Paolo Biondo, nella via Zandonai, dove nel bel mezzo del “taglio” fu raggiunto dalla telefonata di un collega che gli comunicava dell’attentato a Giovanni Falcone lungo l’autostrada Palermo-Punta Raisi.
Ricordo bene che mio padre, ancora con tracce di schiuma da barba sul viso, avendo dimenticato le chiavi di casa bussò alla porta mentre io ero già pietrificato innanzi la televisione che in diretta trasmetteva le prime notizie sull’accaduto.
Aprii la porta ad un uomo sconvolto, non ebbi il coraggio di chiedergli nulla né lui proferì parola.
Si cambiò e raccomandandomi di non allontanarmi da casa si precipitò, non ricordo se accompagnato da qualcuno o guidando lui stesso la macchina di ...

Continua a leggere…

Pagina 1 di 1612345...Ultima »