Blog
Errore

Oriana Fallaci – Come un legno ..

0

Come un legno che va alla deriva, incapace d’opporsi alla corrente del fiume, ignaro se l’acqua lo scaglierà sulla sponda o lo trascinerà fino al mare, così me ne andavo nella tua esistenza durante quell’autunno.
La mia battaglia contro l’amore, il cancro, era ormai perduta.
La mia fuga, un colpo di cannone sparato a salve.
E invano, oppressa dalla sensazione d’aver commesso un errore senza rimedio, mi chiedevo dove avessi sbagliato.
Capirlo, del resto, mi sarebbe servito a ben poco

Continua a leggere…

Salvador Dalí – Gli errori hanno …

0


Gli errori hanno quasi sempre una natura sacra.
Non cercare di correggerli.
Al contrario: razionalizzali, comprendili totalmente.
Dopodiché, sarà possibile per te sublimarli.


Continua a leggere…

Alessandro D’Avenia -Mi sento un errore

0

Mi sento un errore, un errore di ortografia.
Una “e” senza accento, una “o” senza “h”.
Un colpo di bianchetto e io sparisco, come tutti gli errori.
Il foglio resta bianco, pulito, e nessuno vede il dolore nascosto dietro quello strato bianco.

Continua a leggere…

Romano Battaglia – Ci sono persone ..

0

Ci sono persone che non hanno mai preso una decisione per timore di sbagliare.
Agendo in tal modo non hanno affrontato i pericoli e sono vissuti alla finestra contemplando la vita che scorreva sotto i loro occhi.
Sono simili ad ombre che vivono alle spalle della società senza responsabilità né dignità.
Temere gli errori è aver paura di noi stessi.

Continua a leggere…

Cathleen Schine – A volte la sua vita

0

A volte la sua vita le sembrava un errore, niente di drammatico, un semplice sbaglio, come se a un incrocio avesse dovuto proseguire e fosse entrata lentamente nel posto sbagliato, nella città sbagliata, nello Stato sbagliato; come se avesse riportato gli occhi sul libro che stava leggendo dopo aver guardato fuori dalla finestra e avesse scoperto che qualcuno aveva voltato pagina.

Continua a leggere…

Massimo Bisotti – È un errore in buona ..

1

È un errore in buona fede cercare di dare agli altri quello che vorresti per te, perché non tutti sono uguali a te e non tutti hanno bisogno delle stesse cose nella stessa misura.
Per questo è inutile forzare la mano.
La pazienza, la generosità e il senso di sopportazione non devono diventare difetti tesi ad annientare l’amore per noi stessi.
Se ciò accade, la regola è un sano e giustificato distacco.
Un conto è dare senza aspettarsi nulla in cambio e un conto è  dare per subire la costante impotenza dell’irriconoscenza.
Spesso sembra irriconoscente semplicemente chi non ci può amare e continuare a dare può mettere a disagio, anche se non si desidera  che la  felicità dell’altro.
Perché la felicità per essere pura deve essere servita dalle mani giuste.
Se assaggi il vero fascino hai sempre fame.

Continua a leggere…

Pagina 1 di 3123