Blog
Dio

Roberto Vecchioni – Devo chiedere una cosa a Dio

1

- Devo chiedere una cosa a Dio.
- Ma se sei ateo!
- Essere ateo non significa che lui non c’è, ma solo che non ci credi. [...]
Io ho bisogno di quel segno perché non sto vivendo la gioia di un’attesa, non ho una fede che mi assicuri di essere perlomeno ascoltato: sono immerso in una disperazione che deve trasformarsi in qualcos’altro.
Io so di essere a un passo da quel salto: è come se una gran massa d’acqua premesse contro un forellino per venir fuori senza riuscirci.
Qualcuno deve allargarlo.
Io credo meno di lei ai miracoli, anzi, non ci credo affatto.
Ma questa è una sfida senza ritorno: Dio, se mi vuoi, se vuoi che io ti veda, devi muovere tu per primo.

Continua a leggere…

Alessandro D’Avenia – Bestemmio più volte,

0

E l’immagine della bambina senza capelli, la pallida ombra di Beatrice, mi fa venire voglia di bestemmiare.
Bestemmio più volte, ripetutamente, con forza.
E ora mi sento meglio.
E capisco che Dio esiste, altrimenti non mi sentirei meglio.
A prendertela con Babbo Natale non stai meglio.
Se te la prendi con Dio, sì.

Continua a leggere…

Roberto Vecchioni – Un mondo perfetto dimostrerebbe l’inutilità di Dio

1

- Non ti è mai venuto il sospetto che l’errore imprevisto, inimmaginabile, sia proprio la prova della mia esistenza?
Se le vicende degli uomini rispondessero sempre a una concatenazione mai disillusa di cause ed effetti, ciò dimostrerebbe che il mondo è regolato solo ed esclusivamente dalla meccanica della materia, dalla sua fisica, dalla sua chimica, ogni atto non potrebbe essere che la conseguenza di una precisa premessa: non spunterebbero, dietro la curva, camion contromano; non esisterebbero malattie inguaribili; non finirebbe, da un giorno all’altro, un grande amore.
Un mondo perfetto dimostrerebbe l’inutilità di Dio, ne negherebbe l’esistenza.
Un mondo di apparenti errori, di inaspettate eccezioni ci dà al contrario la certezza della sua esistenza. In una natura che si è generata da sé ogni casualità è fuor di discussione, solo Dio mette in conto il caso: «La casualità è soltanto il travestimento assunto da un Dio che vuol passeggiare in incognito per le strade del mondo».
Ma perché?
- Il ...

Continua a leggere…

Oriana Fallaci – Non mi riusciva di dirlo papà.

0

Non mi riusciva di dirlo papà.
Non mi riusciva di dire che per un minuto, uno stupendo minuto, avevo fatto la pace con gli uomini: m’ero accorta che gli uomini erano davvero grandi, papà.
Sono grandi anche quando sostituiscono l’erba con l’erba di plastica, sono grandi anche quando trasformano l’urina in acqua da bere, sono grandi anche quando adoprano le ruote anziché le gambe, sono grandi anche quando dimenticano il verde e l’azzurro, sono grandi anche quando trasformano il paradiso in inferno, sono grandi anche quando ammazzano le creature cui hanno donato la vita.
Ed io ero fiera d’esser nata tra gli uomini anziché tra gli alberi o i pesci: ero fiera perché… “…perché vedi, Jack: per un minuto, per uno stupendo minuto, m’è sembrato di vedere gli uomini che giocavano a carte con Dio.”

Continua a leggere…

Totó – La preghiera del Clown

0

Noi ti ringraziamo nostro buon Protettore per averci dato anche oggi la forza di fare il più bello spettacolo del mondo.
Tu che proteggi uomini, animali e baracconi, tu che rendi i leoni docili come gli uomini e gli uomini coraggiosi come i leoni, tu che ogni sera presti agli acrobati le ali degli angeli, fa’ che sulla nostra mensa non venga mai a mancare pane ed applausi.
Noi ti chiediamo protezione, ma se non ne fossimo degni, se qualche disgrazia dovesse accaderci, fa che avvenga dopo lo spettacolo e, in ogni caso, ricordati di salvare prima le bestie e i bambini.
Tu che permetti ai nani e ai giganti di essere ugualmente felici, tu che sei la vera, l’unica rete dei nostri pericolosi esercizi, fa’ che in nessun momento della nostra vita venga a mancarci una tenda, una pista e un riflettore.
Guardaci dalle unghie delle nostre donne, ché da quelle delle tigri ci guardiamo noi, dacci ancora la ...

Continua a leggere…

Paulo Coelho – Dove risiede dio

0

Il grande rabbino Yitzhak Meir, quando ancora studiava le tradizioni del suo popolo, udì uno dei suoi amici dire, in tono scherzoso:
“Ti darò una moneta se saprai dirmi dove abita Dio”.
“E io ti darò due monete se tu mi dirai dove Dio non abita”, rispose Meir.

Continua a leggere…

Pagina 4 di 22« Prima...23456...Ultima »