Blog
Comportamento

Osho – Il vuoto tra le mani

0

Vai col vuoto tra le mani, poiché questo è tutto.
Questo è il mio dono.
Se riesci a portare il vuoto tra le tue mani, allora ogni cosa diventa possibile.
Non portarti dietro i tuoi pensieri, la tua conoscenza, non portarti dietro niente di ciò che riempie il secchio, e che non è altro che acqua, perché altrimenti guarderai sempre e solo il riflesso, e nient’altro.
Nella ricchezza, nei beni materiali, nella casa, nell’automobile, nel prestigio, tu non vedrai che il riflesso della luna piena nell’acqua del secchio, mentre la luna vera è lì, in alto, che ti aspetta da sempre.
Lascia cadere il secchio, così che l’acqua sfugga via, e con essa la luna.
Solo questo ti permetterà di alzare lo sguardo e vedere la vera luna nel cielo, ma prima devi avere conosciuto il sapore del vuoto, devi lasciar cadere il secchio della tua mente, dei tuoi pensieri: non più acqua, né luna.

Continua a leggere…

Alba Marcoli – Un giorno il vento

0

Un giorno il vento trasportò lontano il seme di un fiore di campagna e lo depose vicino ad un vivaio pieno di fiori coltivati, perfetti, piantati per essere ammirati e comprati, tutti uguali e con i petali perfettamente identici.
Il terreno era buono, il clima ottimo e dal seme spuntò presto una piantina. Quando fu abbastanza grande, si guardò intorno e si disse: “Come sono piccola e brutta rispetto a quei fiori dal portamento così nobile! E come sono piene di imperfezioni le piantine che mi circondano! Voglio fare amicizia solo con i fiori perfetti”.
E così cercò di parlare con loro e ogni giorno gli mandava dei messaggi col vento, ma i fiori perfetti non rispondevano mai: avevano troppi pensieri a occuparsi di sé per poterne avere anche per un fiore di campagna così diverso e poco appariscente.
Ma la nostra piantina ne soffrì moltissimo e ne fu tanto umiliata che invece di seguire il suo progetto, che era ...

Continua a leggere…

Giorgio Gaber – La democrazia

0

Dopo anni di riflessione sulle molteplici possibilità che ha uno Stato di organizzarsi, sono arrivato alla conclusione che la democrazia è il sistema, più democratico che ci sia.
Dunque c’è, la democrazia, la dittatura, e basta.
Solo due.
Credevo di più.
La dittatura in Italia c’è stata, e chi l’ha vista sa cos’è, gli altri si devono accontentare di aver visto solo la democrazia.
Io da quando mi ricordo, sono sempre stato democratico, non per scelta, per nascita.
Come uno che appena nasce è cattolico apostolico romano.
Cattolico pazienza, apostolico non so cosa vuol dire, ma anche romano…
Comunque diciamo, come si fa oggi, a non essere democratici?
Sul vocabolario c’è scritto che democrazia, è parola che deriva dal greco, e significa “potere al popolo”.
L’espressione è poetica e suggestiva.
Ma in che senso potere al popolo? Come si fa?
Questo sul vocabolario non c’è scritto.
Però si sa che dal 1945, dopo il famoso ventennio, il popolo italiano ha ...

Continua a leggere…

De Luca-Sarajlic – Perché io non so chiedere

0

Perché io non so chiedere.
Non l’ho mai saputo fare.
So fare tante cose con le mani, ma con la faccia, con la voce, so fare poche cose.
Ho imparato le strade del tuo paese con le mani sullo sterzo di carri a motore, ma ho detto poche parole.
Di più ne ho scritte perché la scrittura è una parola che si fa con le mani.

Continua a leggere…

Osho – Nella serietà non puoi..

0

Nella serietà non puoi mai essere libero; nella serietà sarai sempre perseguitato dall’ansia; nella serietà hai sempre paura che qualcosa possa andare storto.
Con me niente può andare storto perché non c’è niente che sia dritto.
Se c’è qualcosa di dritto, allora qualcosa può andare storto; se non c’è niente di dritto, niente può andare storto.
Questo è il significato del concetto orientale di “leela”, gioco.
Sei stato un po’ troppo serio di recente, seriamente… è tempo di lasciar perdere!
Fatti una bella risata e metti da parte i tuoi bei piani.
Davvero non ne hai bisogno.
Ciò che dovrà accadere accadrà e tu hai una scelta: andarci insieme o andarci contro.

Continua a leggere…

Oliver Cromwell – È tempo per me

0

È tempo per me di fare qualcosa che avrei dovuto fare molto tempo fa: mettere fine alla vostra permanenza in questo posto, che avete disonorato disprezzandone tutte le virtù e profanato con ogni vizio; siete un gruppo fazioso, nemici del buon governo, banda di miserabili mercenari, scambiereste il vostro Paese con Esaù per un piatto di lenticchie; come Giuda, tradireste il vostro Dio per pochi spiccioli.
Avete conservato almeno una virtù?
C’è almeno un vizio che non avete preso?
Il mio cavallo crede più di voi; l’oro è il vostro Dio; chi fra voi non baratterebbe la propria coscienza in cambio di soldi?
È rimasto qualcuno a cui almeno interessa il bene del Commonwealth?
Voi, sporche prostitute, non avete forse profanato questo sacro luogo, trasformato il tempio del Signore in una tana di lupi con immorali principi e atti malvagi?
Siete diventati intollerabilmente odiosi per un’intera nazione; il popolo vi aveva scelto per riparare le ingiustizie, siete voi ora l’ingiustizia! ...

Continua a leggere…

Pagina 5 di 28« Prima...34567...Ultima »