Blog
.Citazione

Elias Canetti – Ci sono libri che …

0

Ci sono libri che si posseggono da vent’anni senza leggerli, che si tengono sempre vicini, che uno si porta con sé di città in città, di paese in paese, imballati con cura, anche se abbiamo pochissimo posto, e forse li sfogliamo al momento di toglierli dal baule; tuttavia ci guardiamo bene dal leggerne per intero anche una sola frase.
Poi, dopo vent’anni, viene un momento in cui d’improvviso, quasi per una fortissima coercizione, non si può fare a meno di leggere uno di questi libri d’un fiato, da capo a fondo: è come una rivelazione.
Ora sappiamo perché lo abbiamo trattato con tante cerimonie.

Continua a leggere…

Cesare Pavese – Chi non si salva ..

0

Chi non si salva da sè non lo salva nessuno,
nessuno lo può salvare.

Continua a leggere…

Washington Irving – C’è qualcosa di sacro

0

C’è qualcosa di sacro nelle lacrime, non sono un segno di debolezza, ma di potere.
Sono messaggere di dolore travolgente e di amore indescrivibile.

Continua a leggere…

Montanelli – Certo, per un direttore di giornale…

0

Certo, per un direttore di giornale, avere sottomano un Travaglio, che su qualsiasi protagonista, comprimario e figurante della vita politica italiana è pronto a fornirti su due piedi una istruttoria rifinita nel minimo dettaglio è un bel conforto.
Ma anche una bella inquietudine.
Il giorno in cui gli chiesi se in quel suo archivio, in cui non consente a nessuno di ficcare il naso, ci fosse anche un fascicolo intitolato al mio nome, Marco cambiò discorso.

Continua a leggere…

Haruki Murakami – ..la forza che cerco

0

..la forza che cerco non ha a che vedere col vincere o perdere.
Non voglio un muro per respingere la forza che viene dall’esterno.
Quello che voglio è la forza per ricevere gli assalti che arrivano, e sopportarli.
L’ingiustizia, la sfortuna, la tristezza, i malintesi, le incomprensioni…
Voglio la forza per sopportare tranquillamente tutte queste cose.

Continua a leggere…

Trilussa – Un vecchio cervo ..

0

Un vecchio Cervo un giorno sfasciò cò dù cornate le staccionate che ci aveva intorno.
Giacché me metti la rivoluzione, je disse l’Omo appena se n’accorse, te tajerò le corna, e allora forse cambierai d’opinione…
No, disse er Cervo – l’opinione resta perché er pensiero mio rimane quello; me leverai le corna che ciò in testa ma no l’idee che tengo ner cervello

Continua a leggere…

Pagina 5 di 699« Prima...34567...Ultima »