Poesie

Vincenzo Costantino “Cinaski” – Eredità

0

Ho imparato a dire di no
a essere disciplinato
a credere di non avere più voglia
calzando piedi altrui e sogni miei.
Mi limito a sopportare quello che vedo
ma quello che vedo è una rotaia
gialla come la rabbia
e la rabbia diventa ruggine
e fa rumore.
Ho imparato a non darmi confidenza
a prendere ciò che capita
ma capita sempre la stessa cosa.
Ho imparato ad amare
ma era troppo tardi
ho imparato a voler bene
ma era troppo presto
ho imparato a odiare
ma era troppo.
Non credo di avere certezze
ma sicuramente non ho dubbi
io sono ciò che ti aspetti
ma è meglio che continui ad aspettare.
Se un giorno ci incontreremo sarà
perché
avrò imparato a capire
che non è mai troppo tardi
e avrò lasciato l’orario dei treni
sul comodino
vicino al tuo letto
ma tu te ne sarai andata
prima di me
forse perché conoscendomi
avrai imparato qualcosa.

Da “Chi è senza peccato non ha un cazzo da raccontare”