Poesie

Leonard Cohen – Suzanne

0
Autore: Leonard Cohen -
Leonard Cohen and Suzanne Vega

Leonard Cohen and Suzanne Vega

Suzanne ti fa scendere
al suo posto presso il fiume,
puoi sentir sfilar le barche
puoi passar con lei la notte.
E tu sai che è mezza matta
è per questo che la cerchi
e ti nutre a tè ed arance
che ha portato dalla Cina.
E se tu sei lì per dirle
che non hai doni da darle
lei ti porta sulla sua lunghezza d’onda
e lascia che il fiume ti risponda
che da sempre sei il suo amante.
E tu vuoi viaggiar con lei,
vuoi viaggiare ciecamente
e tu sai che può fidarsi di te
hai toccato il suo corpo perfetto
con la mente.
Gesù era un marinaio
camminava sulle acque
e guardava molto a lungo
dalla sua torre di legno
e quando fu ben certo
d’esser visto solo dagli annegati
disse Ogni uomo sarà marinaio
finché il mare tutti li libererà,
ma lui stesso fu spezzato
ben prima che il cielo si aprisse
abbandonato, quasi umano,
scivolò come una pietra fra voi saggi.
E tu vuoi viaggiar con lui
vuoi viaggiare ciecamente
pensi che forse avrai fiducia in lui
che ha toccato il tuo corpo perfetto
con la mente.
Suzanne ti dà la mano
e ti porta in riva al fiume,
porta stracci e porta piume
frutto della carità.
Piove sole come miele
su Nostra Signora al Porto
e ti mostra dove guardare
fra la spazzatura e i fiori,
fra le alghe ci sono gli eroi
nel mattino ci sono i bambini,
che mendicano amore
e mendicheranno sempre
mentre Suzanne regge lo specchio.
E tu vuoi viaggiar con lei
vuoi viaggiare ciecamente
sai per certo che ti troverà
ha toccato il suo corpo perfetto
con la mente.

Da “Parassiti del paradiso”

 

QUI la versione orignale Inglese

 

Interpretata da Fabrizio De André