Blog
Richard Bach

Richard Bach – Un minuscolo cambiamento

0

Un minuscolo cambiamento oggi ci porta a un’enorme differenza domani.
Ci sono grandi ricompense per coloro che percorrono strade irte di di difficoltà, ma queste ricompense sono nascoste dagli anni.
Ogni scelta viene fatta come un’apertura al buio, senza garanzie da parte del mondo intorno a noi.

Continua a leggere…

Richard Bach – Il Vostro corpo,

0

Il Vostro corpo, dalla punta del becco alla coda, dall’una all’altra punta delle ali, non è altro che il vostro pensiero, una forma del vostro pensiero, visibile, concreta.
Spezzate le catene che imprigionano il pensiero, e anche il vostro corpo sarà libero.

Continua a leggere…

Richard Bach – Sentirò la tua mancanza, Jonathan.

1

Sentirò la tua mancanza, Jonathan.
Che dici mai? Sully, vergogna! Via, non dire sciocchezze! Cosa studiamo a fare, tutto il giorno?
Se la nostra amicizia dipendesse da cose come lo spazio e il tempo, allora, una volta superato lo spazio e il tempo, noi avremmo anche distrutto questo nostro sodalizio! Non ti pare?
Ma se superi il tempo e lo spazio, non vi sarà nient’altro che l’Adesso e il Qui, il Qui e l’Adesso.
E non ti sa che, in questo Hic et Nunc, noi avremo occasione di vederci, eh, ogni tanto?

Continua a leggere…

Richard Bach – Il legame che unisce la tua vera famiglia

0

Il legame che unisce la tua vera famiglia non è quello del sangue,
ma quello del rispetto e della gioia per le reciproche vite.
Di rado gli appartenenti ad una famiglia crescono sotto lo stesso tetto .

Continua a leggere…

Richard Bach – Raggiungerai il paradiso, allora,

0

Raggiungerai il paradiso, allora, quando avrai raggiunto la velocità perfetta.
Il che non significa mille miglia all’ora, né un milione di miglia, e neanche vuol dire volare alla velocità della luce.
Perché qualsiasi numero, vedi, è un limite, mentre la perfezione non ha limiti.
Velocità perfetta, figlio mio, vuol dire solo esserci, esser là.

Continua a leggere…

Richard Bach – Una nuvola non sa perché si muove

0

Una nuvola non sa perché si muove in una certa direzione e a una certa velocità.
Segue un impulso, è li che deve andare.
Ma il cielo conosce le ragioni e gli schemi al di là delle nuvole, e anche tu li conoscerai, quando ti librerai abbastanza in alto per vedere l’orizzonte.

Continua a leggere…

Pagina 1 di 1212345...Ultima »