Blog
Hermann Hesse

Hermann Hesse – Se tracci col gesso …

0

Se tracci col gesso una riga sul pavimento, è più difficile camminarci sopra che avanzare sulla più sottile delle funi.
Eppure chiunque ci riesce.
Se fai finta che la fune sia gesso e l’aria sia il pavimento, riesci a procedere sicuro su tutte le funi.
Ciò che conta è dentro di noi; fuori nessuno ci aiuterà.
Non essere in guerra con te stesso: così tutto diventa possibile, non solo camminare su una fune, anche volare.

 

Continua a leggere…

Hermann Hesse – Così cadono le fronde

0

Così cadono le fronde intorno all’albero in autunno: esso non ne sa nulla, la pioggia lo bagna o lo colpisce il sole o il gelo, la vita gli si ritrae lentamente in uno spazio minimo e intimo.
Esso non muore.
Aspetta.

Continua a leggere…

Hermann Hesse – Un vincente trova sempre ..

0

Un vincente trova sempre una strada,
un perdente trova sempre una scusa.

Continua a leggere…

Hermann Hesse – Vedi, Kamala ..

0

Vedi, Kamala, se tu getti una pietra nell’acqua, essa si affretta per la via più breve fino al fondo.
E così è di Siddharta, quando ha una meta, un proposito.
Siddharta non fa nulla. Siddharta pensa, aspetta, digiuna, ma passa attraverso le cose del mondo come la pietra attraverso l’acqua, senza far nulla, senza agitarsi: viene scagliato, ed egli si lascia cadere.
La sua meta lo tira a sé, poiché egli non conserva nulla nell’anima propria, che potrebbe contrastare a questa meta.
Questo è ciò che Siddharta ha imparato dai Samana.
Questo è ciò che gli stolti chiamano magia, credendo che sia opera dei demoni.
Ognuno può compier opera di magia, ognuno può raggiungere i propri fini, se sa pensare, se sa aspettare, se sa digiunare.

Continua a leggere…

Hermann Hesse – Era proprio così

0

Era proprio così: anche le cose tristi passavano, anche i dolori, le disperazioni, come le gioie, impallidivano, perdevano la loro profondità e il loro valore, fin che veniva un momento in cui non ci si poteva più ricordare cos’era stato a far tanto male.
Anche i dolori sfiorivano ed appassivano.

Continua a leggere…

Hermann Hesse – Quando qualcuno cerca

0

“ Sono vecchio, si” disse Govinda “ ma di cercare non ho mai tralasciato.
E mai cesserò di cercare, questo mi sembra il mio destino.
Ma tu pure hai cercato, così mi pare. Vuoi dirmi una parola, o degnissimo? “.
Disse Siddharta: “ Che dovrei mai dirti, io, o venerabile?
Forse questo, che tu cerchi troppo?
Che non pervieni a trovare per il troppo cercare?”
“ Come dunque?” chiese Govinda.
“ Quando qualcuno cerca “ rispose Siddharta “allora accade facilmente che il suo occhio perda la capacità di vedere ogni altra cosa, fuori di quella che cerca, e che egli non riesca a trovare nulla, non possa assorbir nulla,in se, perché pensa sempre unicamente a ciò che cerca, perché ha uno scopo, perché è posseduto dal suo scopo.
Cercare significa: avere uno scopo.
Ma trovare significa: essere libero, restare aperto, non aver scopo.
Tu venerabile, sei forse uno che cerca, poiché, perseguendo il tuo scopo, non vedi tante cose che ...

Continua a leggere…

Pagina 1 di 2612345...Ultima »