Blog
Gabriel García Márquez

Gabriel García Márquez – Le idee ..

0

«Le idee non sono di nessuno» disse.
Disegnò in aria con l’indice una serie di cerchi continui, e concluse:
«Volano lì in giro, come gli angeli.»

Continua a leggere…

Gabriel García Márquez – E se non trovo

0

E se non trovo un nuovo amore, non importa.
Preferisco la libertà di rimanere per sempre a cercarlo che l’orrore di sapere che non esiste un altro che io possa amare come ne ho amato solo uno in questa vita.
Sai chi?
Te stronzo.

Continua a leggere…

Gabriel García Márquez – Si lasciò portare ,,

0

Si lasciò portare dalla sua convinzione che gli esseri umani non nascono sempre il giorno in cui le loro madri li danno alla luce, ma che la vita li costringe ancora molte altre volte a partorirsi da sé.

Continua a leggere…

Gabriel García Márquez – Noi inventori di favole

0

Noi inventori di favole, che crediamo a tutto, ci sentiamo in diritto di credere che non è ancora troppo tardi per intraprendere la creazione di una nuova e devastante utopia della vita, dove nessuno possa decidere per gli altri addirittura il modo in cui morire, dove davvero sia certo l’amore e sia possibile la felicità, e dove le stirpi condannate a cento anni di solitudine abbiano finalmente e per sempre una seconda opportunità sulla terra.

Continua a leggere…

Gabriel García Márquez – Only God knows how much I loved you

0

He recognised her despite the uproar, through his tears of unrepeatable sorrow at dying without her, and he looked at her for the last and final time with eyes more luminous, more grief-stricken, more grateful than she had ever seen them in half a century of a shared life, and he managed to say to her with his last breath:
‘Only God knows how much I loved you’.

HERE the Italian version

Continua a leggere…

Gabriel García Márquez – ..cominciai a misurare la vita non per anni..

0

A partire da allora cominciai a misurare la vita non per anni ma per decenni.
Quello dei cinquanta era stato decisivo perché avevo preso coscienza che quasi tutti erano più giovani di me.
Quello dei sessanta era stato il più intenso per il sospetto che non avessi più tempo per sbagliarmi.
Quello dei settanta era stato temibile per una certa eventualità che fosse l’ultimo.

 

Continua a leggere…

Pagina 1 di 812345...Ultima »