Citazioni

Seneca-Non-avrai-più-paura«Non avrai più paura» egli dice «se avrai cessato di sperare.»
Obietterai: «Come possono stare insieme due sentimenti così diversi?»
Eppure è così, caro Lucilio: sono strettamente congiunti, anche se sembrano fra loro in contrasto.
Come la stessa catena unisce il prigioniero e la guardia, così codesti sentimenti tanto dissimili vanno insieme: la paura tiene dietro alla speranza.
Né ciò mi meraviglia: l’una e l’altra tengono l’animo sospeso, l’una e l’altra lo rendono ansioso nell’attesa del futuro.
L’una e l’altra scaturiscono dal fatto che non ci adattiamo al presente, ma proiettiamo i nostri pensieri nel futuro.
Perciò la facoltà di prevedere l’avvenire, che è una delle più nobili doti dell’uomo, si rivolge in suo danno.
Le bestie fuggono i pericoli che vedono, ma, una volta che li hanno evitati, stanno tranquille.
Noi siamo in ansia sia per il futuro che per il passato.
Molte nostre qualità possono nuocerci: la memoria infatti ci rinnova il tormento della passata paura e ce lo anticipa la nostra attitudine a prevedere il futuro.
Nessuno è infelice solo per il presente.

Da “LETTERA 5 - Invito alla semplicità” “L’arte di vivere”

Lucio Anneo Seneca
Epistulae morales ad Lucilium